Il PNA 2018, contiene alcuni chiarimenti in merito al DPO ,al RPCT ed alla possibile coincidenza delle due figure.

Ovviamente tale degenerazione è possibile solo qualora si volesse scegliere un DPO interno, possibile ma non performante, infatti all'ultimo capoverso della pagina 16 dell'aggiornamento 2018 al PNA sconsiglia questa scelta.

Nel PNA non poteva mancare il collegamento tra la trasparenza ed il GDPR, questo perchè purtroppo ancora non è chiara la portata della norma, si continua a pensare al GDPR come regolamento PRIVACY, e non protezione dei dati e libera circolazione degli stessi.

Quindi, l'amministrazione trasparente resta integra e non si muove dal suo posto, l'importante e seguire i dettami della legge ( attenzione del 33/13 e non del GDPR che ci delinea dei perimetri e che rimanda a leggi e regolamenti ) .

Il riferimento normativo resta l'articolo 7 comma 4 del 33/13.

ciao ciao vicnenzo de prisco